La torre medievale2018-04-16T17:56:06+00:00

 DA VEDERE: LA TORRE MEDIEVALE

 

La torre-ponte sull’Almone (foto R. Biagi)

Fino alla fine del secolo scorso si traversava il fiume Almone accanto alla torre medievale, su un piccolo ponte di legno costruito dove già anticamente doveva esserci un ponte che collegava la via Latina con la via Appia Antica.

Tra il X ed il XIV secolo il ponte assunse una grande importanza strategica, a causa delle lotte baronali per il controllo delle comunicazioni. Nel 1080 la zona era infatti di proprietà dei Conti di Tuscolo, i quali si erano installati dentro Cecilia Metella facendo pagare il pedaggio. Ciò provocò l’abbandono della via Appia Antica, ed è possibile che i viandanti che si recavano verso i Colli Albani deviassero qui per passare sulla via Latina.

La decadenza dei Conti di Tuscolo diede l’occasione a papa Bonifacio VIII (Benedetto Caetani, 1235-1303) di impadronirsi della tomba di Cecilia Metella e dei terreni intorno. L’intera tenuta fu quindi ceduta da Bonifacio VIII ai suoi famigliari, che la possedettero fino alla sua morte nel 1303. Subentrarono allora i Savelli che occuparono Cecilia Metella per dieci anni, quindi i Colonna ed infine gli Orsini.

Per il controllo del ponte (che era in muratura, come si vede dalle testate nel fosso) ed impedire attacchi laterali dalla via Appia Antica alla via Latina e viceversa, fu realizzata questa torre, la cui tecnica costruttiva, in blocchetti di tufo parallelepipedi, permette di attribuirla al XII-XIII sec. La torre era protetta da un antemurale, e un ponte levatoio conduceva direttamente al primo piano (un grande crepaccio indica la posizione della porta).

Alle pareti si vedono i resti delle finestre quadrate, alcune feritoie e i fori lasciati dalle impalcature di legno usate per la costruzione; l’interno del primo piano era coperto a volta.

La torre è stata probabilmente sede di una valca, dove si effettuava la follatura della lana (cioè il suo ammorbidimento) tramite l’utilizzo dell’energia idraulica connessa al fiume Almone; nel terreno tra essa e il Colombario Costantiniano sono stati trovati nel 1999 alcuni condotti idraulici che in certi periodi potrebbero aver condotto un flusso di acqua dal Colombario alla torre.

Subì il degrado negli anni ottanta del secolo scorso e venne inglobata all’interno di orti abusivi.

Visitabile | 8


TUTTO L’ANNO


 SCHEDA:

La Torre medievale subì il degrado negli anni ottanta del secolo scorso e venne inglobata all’interno di orti abusivi.


PRENOTA LA VISITA


Da Vedere :

Tempio del Dio Redicolo
Colombario Costantiniano
Sant’Urbano
Ninfeo di Egeria
La Vaccareccia
La Torre medievale

 

279total visits,3visits today

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi