Newsletter di fine marzo.

Care amiche e cari amici della Caffarella ecco le consuete notizie sul nostro parco:

Cominciamo con le cattive notizie.

  1. Nonostante le sollecitazioni purtroppo non abbiamo avuto alcuna risposta in merito alla possibilità che la Regione dia concretezza alla Risoluzione 123 del 2019 su di un intervento costante di manutenzione del Fiume Almone.
  2. Giacciono nel dimenticatoio anche le promesse del presidente della Commissione Statuto, Angelo Sturni, di portare in Consiglio Comunale la risoluzione sullo spostamento dei confini municipali sull’Almone. Ricordiamo brevemente i fatti: il VII Municipio aveva approvato all’unanimità la risoluzione che spostava i confini fra il VII e l’VIII Municipio, in Caffarella, da una fogna al fiume Almone. La mozione era anche stata approvata all’unanimità dalla Commissione Comunale Statuto ma poi l’VIII Municipio , ben oltre il tempo massimo, ha approvato a sua volta una delibera con la quale chiedeva, in contrasto con le norme amministrative, che tutto il Parco dell’Appia Antica passasse in VIII Municipio e così si è bloccato tutto. Le elezioni si avvicinano!
  3. Purtroppo a causa della pandemia le attività previste per il momento saltano, non solo in Caffarella, ma in tutto il Parco dell’Appia Antica. Ne siamo sinceramente dispiaciuti, ma purtroppo non si può fare diversamente.

Passiamo alle buone notizie:

  • non siamo stati con le mani in mano e, quando la pandemia da COVID ci consentirà di rifrequentare massicciamente la Caffarella vedrete che alla Casa del parco abbiamo effettuato parecchi lavori di sistemazione degli arredi e nonché la manutenzione del verde dell’area prospiciente la via Latina in accordo con l’Ente Parco Appia Antica.
  • Buone notizie anche sul fronte degli sgomberi ad opera del Comune di Roma: il 10 marzo u.s. è avvenuto quello dell’area antistante il sepolcro di Geta (5.500 metri quadrati di terreno con accesso all’Appia Antica sono ora fruibili). L’area era stata espropriata dal Comune nel 2005 e, utilizzata come feste (confronta il sito https://www.getafeste.it/; dopo l’esproprio del 2005 era stata addirittura ceduta in maniera illegittima dall’ex proprietaria e noi abbiamo inviato un esposto al notariato di Rieti e Viterbo dove era iscritta la notaia responsabile del rogito. Il rogito è stato annullato (si confronti https://www.caffarella.it/area-sepolcro-di-geta-il…/). La proprietaria era stata in passato indennizzata per l’esproprio e aveva perso il ricorso al TAR avverso lo sgombero.
  • Ma un’altra bella l’abbiamo con l’acquisizione, avvenuta il 22 marzo u.s., da parte del Ministero della Cultura, della Villa dei Mosaici dei Tritoni, sempre sull’Appia Antica e sempre nel primo Miglio dell’Appia Antica. Il Ministero ha imposto la prelazione su una villa acquistata dai Tredicine per 1.700.000 euro, villa che ora è parte del Parco Archeologico dell’Appia Antica. Per saperne di più vai sul link https://www.artribune.com/…/ministero-cultura…/

Dalla mappa che mostriamo si può vedere come il quadro delle aree pubbliche sul primo tratto dell’Appia Antica sta finalmente assumendo una veste migliore dopo tanti anni di lotte. In rosso le aree pubbliche, in nero quelle ancora da liberare e che speriamo siano tempestivamente fruibili. A tal fine abbiamo chiesto all’Ente Parco che siano al più presto visitabili le aree espropriate e liberate dal Comune di Roma (ex Hyundai e ex Geta).

Ringraziamo il Comune di Roma, il Ministero dei beni Culturali, l’Ente Parco Appia Antica e il Parco Archeologico dell’Appia Antica per la liberazione delle aree.

 

La Casa del Parco sarà aperta l’1 e il 2 aprile solo per l’affitto biciclette, e dal 6 aprile per affitto biciclette, laboratori e vendita di bibite solo da asporto. Info 3669852219

Ricordiamo che tutte le attività devono essere svolte con le precauzioni imposte dalla direttiva anticovid

 

Ecco infine come abbiamo speso il vostro 5×1000 nel 2020

Rendicontazione spese da 5×1000 anno 2020 Importo in Euro
USCITE  
Assicurazione volontari Comitato                  215,42
Assicurazione volontariato contro infortuni e malattie del lavoro                  134,81
Assicurazione trattore per sfalcio dell’erba                  363,00
Assicurazione auto elettrica trasporto disabili                  430,00
Assicurazione individuale e contro terzi per manutenzione del verde              1.353,00
Spese manutenzione del verde              8.420,00
Spese assistenza nuovo sito              1.716,00
Imposte e tasse              1.365,42
Spese per acquisto materiali e riparazione mezzi meccanici                  961,24
Acquisto biotrituratore              4.148,00
Realizzazione scivolo in ferro                  190,00
Spese gasolio per trattore                  275,92
Firma digitale e spese sito                  162,69
Spese tipografiche                  400,00
Spese bancarie                  120,35
Spese postali                        8,15
Spese realizzazione calendario 2020                  680,00
Totale spese          20.944,00
Entrate 5×1000 anno 2020  
30/7/2020 erogazione 5 x 1000 anno 2017        28.683,85 € 28.683,85
6/10/2020 erogazione 5 x 1000 anno 2018

(ulteriore erogazione causa pandemia COVID)

31.143,75
Totale 5×1000 erogato nel 2020                        59.827,60 €
Residuo da spendere entro 24 mesi
38.883,60 euro

Come potete vedere, a seguito della pandemia, lo Stato ha versato a noi, così come a tutte le associazioni del Terzo Settore che beneficiano del 5×1000, 2 rate arretrate, rispettivamente il 30 luglio e il 10 ottobre 2020. Proprio perché arrivate in ritardo non siamo stati in grado di spendere tutto entro il 2020, ma lo potremo spendere integralmente entro 24 mesi. Suggerimenti in tal senso sono sempre molto graditi.

 

Con l’augurio che la Pasqua ormai prossima porti a tutti la serenità e la fine della pandemia, vi saluto a nome dell’associazione.

Rossana De Stefani

Total Page Visits: 3835 - Today Page Visits: 4