Stampa il documento in PDF Leggi gli articoli sul Fiume Almone

GLI OBIETTIVI DEL COMITATO PER LA CAFFARELLA

Dossier sul Fiume Almone

sintesi dell’impegno dell’associazione e dei cittadini (dal 2009 a oggi) per la tutela del Fiume Almone

 

 

 

Il fiume Almone, sacro ai Romani antichi, le cui vicende vengono raccontate da Virgilio nel libro IV dell’Eneide (confronta biografia a fine dossier), è stato uno dei confini della Roma Repubblicana

L’Amone viene considerato dagli archeologi, come il prof. Lorenzo Quili, un vero è proprio monumento (confronta bibliografia)

Gli attuali abitanti del bacino fluviale però hanno considerato l’Almone solo quale ricettacolo degli scarichi fognari e delle discariche di materiale solido dei Comuni dei Castelli Romani e dei quartieri Sud-Est di Roma.

Il fiume nasce alle pendici dei Colli Albani e con un percorso di 22 km arriva a Roma, ma non si getta più nel Tevere in quanto viene inviato al depuratore Roma Sud. Confronta cartina del Bacino Idrografico del fiume.

 

Il bacino idrografico del fiume Almone

 

L’inquinamento del fiume Almone è una problematica che il Comitato per il Parco della Caffarella ha cominciato ad affrontare nel 2008 con uno studio attento sulle competenze e responsabilità relative alla gestione dei corsi d’acqua. La legislazione italiana purtroppo non individua una responsabilità precisa per tutta la problematica dell’inquinamento ambientale e della depurazione delle acque fognarie, ma essa risulta in carico a diverse Amministrazioni locali.

 

Nel 2009

su specifica richiesta il Comitato venne ricevuto diverse volte in audizione dalla Commissione Ambiente della Provincia di Roma (presidente Alberto Filisio) e in quella sede denunciò il degrado del fiume. La Provincia di Roma dichiarò però che tutto era in regola.

Il Comitato inviò quindi accessi agli atti, ai sensi della Legge 241 del 1990 e 195 del 2005, alla Regione Lazio, al Comune di Roma, ai Comuni di Marino, Ciampino e Rocca di Papa all’ACEA ATO2, ma solo alcune Amministrazioni risposero, mentre ad altre il Comitato sarà costretto ad inviare una diffida e poi una denuncia al Prefetto. Le risposte, quando ci furono, risultarono incomplete, ma pur tuttavia col tempo si cominciarono a delineare alcune responsabilità per lo meno in merito ai controlli sulle acque fluviali che risultarono in capo alla Provincia di Roma (confronta libro del Comitato “Il sacro Almone, da fiume a discarica, in bibliografia). Tutte le Amministrazioni continuarono però a confermare che l’Almone non presentava scarichi di liquami.

11 febbraio 2011

alcuni ladri rubarono un’autocisterna carica di gasolio e ne sverzarono il contenuto, pari a 18.000 litri, in un tombino di Statuario. Da lì il gasolio raggiunse il fiume Almone causando un gravissimo inquinamento da idrocarburi (confronta foto1)

 

 

Ciò dimostrò in maniera inequivocabile che c’era un colletta mento fra gli scarichi fognari e il fiume Almone. Pertanto iniziò, da parte del Comitato, un monitoraggio del fiume risalendo il corso dello stesso verso monte.  Gli studi sul territorio condotti dal Comitato individuarono una grave fonte di inquinamento a Quarto Miglio fra l’ex Vivaio Chiti e il maneggio (confronta foto 2), si scoprì così, che contrariamente a quanto avevano affermato le Amministrazioni, gli interi abitati di Quarto Miglio e Statuario (27.000 abitanti) scaricavano direttamente nel fiume Almone i loro liquami senza alcuna depurazione.

A seguito di questo disastro ambientale e la conseguente scoperta dello scarico fognario da parte del Comitato si riunì nuovamente la Commissione Ambiente della Provincia alla presenza dell’ACEA ATO2 (responsabile della depurazione delle acque) la quale confermò lo scarico di liquami, affermò di avere la disponibilità economica di effettuare l’eliminazione di questa fogna, ma questa non poteva essere effettuata in assenza dell’autorizzazione del Comune di Roma, autorizzazione ripetutamente richiesta.

Il Comitato inviò quindi una lettera al Sindaco Giovanni Alemanno, che non rispose né a questa né ad altre lettere e, pertanto il Comitato protocollò al Segretario Generale del Comune di Roma un’interrogazione d’iniziativa popolare, sottoscritta da oltre 1000 cittadini (sottoscrizione certificata elettoralmente dal Comando dei Vigili Urbani) per conoscere il motivo per il quale il Comune non aveva autorizzato l’ACEA ATO2 ad effettuare i lavori del collettore fognario di Quarto Miglio e Statuario. Link https://www.caffarella.it/caffa/wp-content/uploads/2013/03/Interrogazione_di_iniziativa_popolare_al_SindacoAlmone.pdf

Trascorsi i 60 giorni previsti dallo Statuto del Comune di Roma e in assenza di risposte (ripetutamente sollecitate) da parte del Sindaco il Comitato inviò un esposto-denuncia al Prefetto per violazione dello Statuto di Roma Capitale.

https://www.caffarella.it/caffa/wp-content/uploads/2013/03/Esposto_al_prefetto_contro_il_sindaco.pdf

Il Prefetto intervenne e la Giunta Comunale il 27 luglio 2012 approvò la Deliberazione n. 229 che autorizzava l’ACEA ATO2 ad effettuare i lavori per una spesa complessiva di 3.531.900 euro più 404.628 euro per I.V.A. a carico dell’ACEA ATO2. Di seguito il link con la risposta tardiva dell’allora sindaco Alemanno.

https://www.caffarella.it/caffa/wp-content/uploads/2013/03/002.jpg

 

Nel 2013

cominciarono i lavori fra molte difficoltà a causa di discariche di eternit presenti nell’alveo del fiume.

 

Il 22 marzo  2013

il Comitato pubblicò il libro “Il sacro Almone, da fiume a discarica” in collaborazione con i proff. Maurizio Parotto, geologo, e Mauro Cristaldi naturalista. Il Libro, finanziato grazie al 5×1000 donato dai cittadini al Comitato, venne presentato presso il liceo – ginnasio Augusto alla presenza di 300 cittadini, dei due docenti universitari, della direttrice dell’Ente Parco Appia Antica Alma Rossi e dell’ACEA ATO2. https://www.caffarella.it/presentazione-libro-almone-foto/

Il libro è esaurito, ma troverai il pdf al seguente link https://www.caffarella.it/caffa/wp-content/uploads/2014/05/Libro_Il-sacro-Almone-da-fiume-a-discarica.pdf

 

A partire dal 2014

il Comitato concordò con l’ACEA ATO2 numerosi sopralluoghi al cantiere (confronta foto 4 e 5) e contemporaneamente sollecitò la Regione Lazio ad intervenire per rimuovere i tappi di immondizia solida che ostruivano l’alveo del fiume.

 

Foto 4 e 5: immagini del cantiere di Quarto Miglio e Statuario effettuate durante i numerosi sopralluoghi.

 

Solo a seguito di centinaia di e.mail inviate al Presidente della Regione Nicola Zingaretti si effettuarono nel 2014 incontri con il Dipartimento Ambiente della Regione e tutti gli Enti interessati che portarono all’effettuazione di interventi di pulizia e bonifica dell’alveo del fiume sia in Caffarella che al Parco dei Sette Acquedotti (confronta foto 6).

In quei tempi, nell’ambito degli arresti per mafia capitale, risulterà coinvolto anche Luca Odevaine, già capo delle Guardie Provinciali . Era questo corpo di polizia che avrebbe dovuto fare i controlli sull’inquinamento del fiume Almone, ma Odevaine era troppo occupato a fare “altro”, verrà infatti condannato per tangenti relativamente alla gestione dei centri per l’accoglienza degli extracomunitari sbarcati in Italia.

Nel 2013, perdurando l’inerzia delle amministrazioni, viene inviato alla Procura della Repubblica di Roma un esposto – denuncia per inquinamento del suolo e della falda acquifera nei confronti di tutti i soggetti inquinatori a cominciare dagli autodemolitori di via dell’Almone. https://www.caffarella.it/consegna-esposto-denuncia-fiume-almone/

 

6 novembre 2014

A seguito di 2 ore di pioggia intensa l’Almone intasato esonda allagando tutta la Caffarella e la via Appia Antica, creando un autentico disastro ambientale per inquinamento.

https://video.repubblica.it/edizione/roma/roma-l-allarme-dei-comitati-il-fiume-sacro-e-una-discarica-pronto-a-esondare-di-nuovo/183119/181944

 

2014:

Dopo numerosi incontri e sollecitazioni nei confronti della Regione Lazio la Protezione Civile rimuove un tappo di rifiuti in Caffarella

 

Foto 6: Pulizia dell’Almone in Caffarella nel 2014 da parte della Protezione Civile

 

19 gennaio 2015

Dopo  ripetuti accessi agli atti otteniamo dalla provincia di Roma l’elenco degli scarichi autorizzati nel fiume Almone. Si confronti il box seguente

 

Di seguito vengono riportati i dati relativi a scarichi di abitazioni civili, attività economiche, depuratori, ecc. ottenuti tramite uno specifico accesso agli atti dalla ex Provincia di Roma. Non vengono specificati i nomi dei singoli soggetti per il rispetto della Legge sulla privacy.

 

Fosso della Maranella: 3 scarichi autorizzati; uno di 1.308.428 metri cubi/anno, degli altri 2 non si conoscono i quantitativi;

Fosso Patatona: 7 scarichi autorizzati (1 revocato) per complessivi 605.145 metri cubi/anno;

Fosso Morena: 4 scarichi autorizzati per complessivi 1.746.744 metri cubi/anno;

Fosso Statuario: 18 scarichi autorizzati per complessivi 130.242,24 metri cubi/anno anno (non è stato fornito il dato relativo a uno di questi scarichi)

Fosso delle Petrare: 4 scarichi autorizzati per complessivi 46.950 metri cubi/anno anno (non è stato fornito il dato relativo a uno di questi scarichi);

Fosso dell’Acqua Mariana: 8 scarichi autorizzati per complessivi 59.048 metri cubi/anno (non è stato fornito il dato relativo a uno di questi scarichi);

Fosso della Ruccia: 4 scarichi autorizzati per complessivi 138.200 metri cubi/anno anno (non è stato fornito il dato relativo a uno di questi scarichi);

Fosso del Barco: 3 scarichi autorizzati per complessivi 514.037 metri cubi/anno (mancano i dati relativi a 2 scarichi);

Almone (tratto terminale del bacino, così come veniva considerato dalla ex Provincia): 3 scarichi autorizzati per complessivi 14.228 metri cubi/anno anno (non è stato fornito il dato relativo a uno di questi scarichi). 

 

Totale per difetto in quanto riferito ai dati in nostro possesso, fornitici dalla ex Provincia di Roma: 4.563.022 metri cubi /anno

 

 

18 febbraio 2015

Su sollecitazione del Comitato il VII Municipio approva la Risoluzione sul fiume Almone

https://www.caffarella.it/risoluzione-almone/

 

26 giugno 2015

Sempre su sollecitazione del Comitato anche l’VIII Muncipio di Roma approva la Risoluzione sul fiume Almone  https://www.caffarella.it/intervento-viii-municipio/

 

15 febbraio 2016

viene protocollata alla Procura della Repubblica di Roma la megadenuncia contro il degrado del fiume Almone, presentata dal Comitato per il Parco della Caffarella e dalla Comunità del VII Municipio. La Procura protocolla la denuncia con il n. 2542/16K.

https://www.caffarella.it/denuncia-degrado-almone/

La denuncia porterà al sequestro e al rinvio a giudizio di 2 sfasciacarrozze.

 

La Legge finanziaria del 2016, recependo la precedente Direttiva Europea, impone la realizzazione dei Contratti di Fiume.

 24 febbraio 2016

si inaugura l’ampliamento del depuratore di Ciampino

https://www.caffarella.it/depuratore-di-ciampino/

 

21 ottobre 2016

viene sottoscritto il Manifesto d’intenti verso il Contratto di Fiume Almone, il primo della Regione Lazio. Il protocollo d’intesa è sottoscritto dai promotori e cioè: Ente Parco Appia Antica, Comitato per il Parco della Caffarella e dall’Ente Parco dei Castelli Romani. In seguito aderiranno: i Comuni di Grottaferrata, Rocca di Papa, Marino, Roma Capitale, i Municipi VII e VIII di Roma, l’ACEA ATO2, il WWF Lazio.(confronta link https://www.caffarella.it/manifesto-dintenti-contratto-di-fiume-per-lalmone/

Leggi il manifesto d’intenti al link seguente

https://www.caffarella.it/manifesto-dintenti-contratto-di-fiume-per-lalmone/

 

12 luglio 2017

si concludono i lavori del collettore fognario di Quarto Miglio e Statuario e il collettore entra finalmente in esercizio: 27.000 abitanti dei due quartieri non scaricheranno più i loro liquami nel fiume (confronta foto 7).

 

 

https://www.caffarella.it/finalmente-la-messa-in-funzione/

 

22 ottobre 2017

il Comitato, l’Ente Parco Appia Antica, e tanti cittadini organizzano la pulizia delle sponde del fiume Almone (Foto 8).

 

 

 

22 gennaio 2018

Con la Deliberazione n. 11 anche la Giunta Comunale di Roma aderisce al protocollo d’intesa verso il Contratto di Fiume dell’Almone sollecitato dal Comitato promotore.

 

18 febbraio 2018:

conferenza del WWF Roma Area metropolitana e Ente Parco dal titolo Festa delle acque;

 

15 aprile 2018

Nuova pulizia alveo fiume Almone

 

L’8 maggio 2018

il Comitato Promotore organizza presso la ex Cartiera Latina (sede dell’Ente Parco Appia Antica) l’assemblea di fiume per l’Almone.

 

1° ottobre 2018:

incontro preliminare con il Presidente della Commissione Regionale Ambiente Valerio Novelli per l’audizione del Comitato per il Parco della Caffarella in Commissione.

 

24 febbraio 2019:

audizione in Commissione Regionale Ambiente del Comitato, e degli Enti Parco dell’Appia Antica e dei Castelli Romani;

 

8 marzo 2019:

Approvata all’unanimità dal Consiglio Regionale la Risoluzione n. 123 sull’Almone quale processo pilota per il contratto di fiume e la richiesta di fondi per la manutenzione del tratto corrispondente alla Valle della Caffarella.

https://www.caffarella.it/una-giornata-importante-per-lalmone/

 

7 aprile 2019:

nuova pulizia delle sponde del fiume Almone, organizzata dal Comitato, con la presenza dell’Ente Parco e del Servizio Civile;

 

12 aprile 2019:

convegno sull’acqua organizzato dall’Ente Parco dei Castelli Romani alla Villa del Cardinale a Rocca di Papa

 

29 Agosto 2019

 pulizia straordinaria del fiume Almone per la rimozione della diga di rifiuti che ostruiva il ponte presso il laghetto. Sono intervenuti: una ditta specializzata con camion, ragno e pala meccanica e Linea Verde della RAI per la registrazione della trasmissione che verrà mandata in onda il 14 settembre alle 12.20 su RAI 1. La spesa complessiva dell’operazione è di 12.000 euro a carico del 5 x 1000 donato dai cittadini al Comitato per il Parco della Caffarella. Vengono eliminati 150 metri cubi di rifiuti (foto 9 e 10)

 

Foto 9 a sinistra i rifiuti prima della rimozione,     foto 10 (a destra) l’intervento di pulizia

 

29 gennaio 2020

Viene inviato al Presidente della Regione, ai sindaci di tutti i Comuni del bacino idrografico del fiume, ai Presidenti degli Enti Parco Appia Antica e Castelli Romani, al direttore del Parco archeologico, alla responsabile del servizio idrico di manutenzione della Città Metropolitana di Roma un pressante appello manutenzione, controllo e repressione degli scarichi inquinanti nel fiume Almone

Link https://www.caffarella.it/lettera-almone-manutenzione-controllo-e-repressione-degli-scarichi-inquinanti-nel-fiume-almone/

In quell’occasione l’ACEA ATO “ comunica ufficialmente che riporterà l’Almone nel Tevere e quindi verrà eliminatoa la presa d’acqua per il suo invio al depuratore Roma – Sud (vedi foto 11)

 

Foto 11 La presa d’acqua dell’Almone per l’invio al depuratore Roma Sud

 

22 giugno 2020

Poichè nessuna risposta era pervenuta alla pressante richiesta del 29 gennaio 2020, viene reiterata la lettera precedente, ma anche in questo caso non si hanno risposte.

 

27 giugno 2020

Nuovo pressante appello per manutenzione, controllo e repressione degli scarichi inquinanti nel fiume Almone

https://www.caffarella.it/scarichi-fiume-almone/

 

18 ottobre 2020

i membri del Comitato della Caffarella e alcuni volontari raccolgono 3 quintali di immondizie nel fiume Almone nell’ambito dell’iniziativa “Una giornata per l’Almone” che continua nel pomeriggio con Almone music fest

 

 

  

Foto 12 I volontari puliscono il fiume

 

Giugno 2021

Incontro con la neoassessora regionale all’ambiente Roberta Lombari e con la consigliera Marta Bonafoni. Si chiede ufficialmente inserimento del Fiume Almone nel servizio pubblico di manutenzione delle acque

https://www.caffarella.it/lettera-per-inserimento-del-fiume-almone-nel-servizio-pubblico-di-manutenzione-delle-acque/

 

31 ottobre 2021

Finalmente la Regione chiede all’ARPA il monitoraggio dell’Almone https://www.caffarella.it/finalmente-la-regione-chiede-allarpa-il-monitoraggio-dellalmone/

 

Corrente anno scolastico 2021-2022

il liceo classico Augusto di Roma, l’istituto comprensivo di I grado di via Mondovi di Roma, la scuola dell’infanzia Bosco Caffarella aderiscono al progetto Almone, approvato e finanziato dalla Regione Lazio.

 

21 marzo 2022

Viene inviata all’ARPA Lazio la richiesta di accesso agli atti per conoscere i risultati del monitoraggio ambientale del fiume Almone

https://www.caffarella.it/richiesta-di-accesso-alle-informazioni-ambientali-ai-sensi-del-d-l-n-195-2005-in-merito-al-monitoraggio-del-fiume-almone/

 

6 aprile 2022

Gli alunni del Liceo Classico Augusto di Roma effettuano la pulizia del fiume nell’ambito del progetto scuola-lavoro in convenzione con il Comitato per il Parco della Caffarella. Tale convenzione rientra nel progetto del Comitato, approvato e finanziato dalla Regione Lazio dal titolo “ Gli alunni artefici del contratto di fiume dell’Almone”

 

Gli alunni del Liceo Augusto puliscono il fiume Almone

 

21 aprile 2022

L’ARPA Lazio comunica al Comitato i dati delle acque del fiume Almone che vengono dal Comitato pubblicate sul sito al link https://www.caffarella.it/analisi-delle-acque-dellalmone/

qui una sintesi

Dal sito GEOBROWSER si può conoscere lo stato di inquinamento di un fiume inserendo i dati dell’ARPA Lazio su alcuni cosiddetti macrodescrittori che sono: Ossigeno disciolto, Azoto ammoniacale, Azoto nitrico e Fosforo totale (confronta prima slide). Si ottiene in questo modo lo stato di inquinamento di un corso d’acqua attraverso il cosiddetto LiMeco che sta per Livello di Inquinamento dei Macrodescrittori per lo stato ecologico.

I dati dell’analisi effettuate sul Fiume Almone dall’ARPA Lazio  per questi 4 macrodescrittori sono in rosso (nella seconda slide) e sono per l’Almone :

Ossigeno disciolto (100-O2%-sat):   64%            (livello di tossicità 4/5 = 40%>|< 80% )

Azoto ammoniacale (N-NH4): ……. 1,92            (livello di tossicità 4/5 = 0,12 >|< 0,24 )

Azoto nitrico (N-NO3): ………………. 9,61            (livello di tossicità 5/5) = > 4,8 )

Fosforo totale: …………………………. 588             (livello di tossicità 5/5 = > 400 )

Questi dati ci forniscono un quadro preoccupante dello stato di inquinamento dell’Almone, nonostante quanto sia stato fatto dal Comitato. Secondo la Classificazione di qualità. si ottiene uno stato “cattivo” della sue acque, cioè il peggiore dei 5 livelli (seconda slide).

Punteggio di Sintesi risultante: 0,125 (Stato di qualità delle acque: Cattivo / inferiore a <1,7)

 

 

 

______________________________________________

 

Tutto ciò premesso

Visto che:

  1. La Regione Lazio ha approvato la mozione 123/2019 che considera l’Almone quale Contratto Pilota della Regione Lazio;
  2. L’Assessorato Regionale all’Ambiente il 31 ottobre 2021 ha chiesto all’APRA Lazio il monitoraggio del fiume Almone e da un mese l’ARPA ha iniziato i controlli;

 

Considerato che l’Almone:

  • presenta una importantissima storia culturale, era infatti fiume sacro ai Romani antichi,
  • è l’asse idrico dei Parchi dei Castelli Romani e dell’Appia Antica,
  • beneficia del Contratto di Fiume;
  • non è più considerato una collettore fognario, ma un fiume su vengo effettuati monitoraggi dall’ARPA, richiesti dalla Regione Lazio, per la sua inclusione nei fiumi monitorati dalla stessa Regione.

 

Chiediamo al Presidente della Regione Lazio

Che includa definitivamente l’Almone fra i fiumi da monitorare

 

Chiediamo al Vice Sindaco

della Città Metropolitana di Roma

che si effettui un monitoraggio idrico sulle autorizzazioni allo scarico concesse in passato dalla ex Provincia di Roma e, se le stesse risultano in contrasto con il D.L. 152/1999, tale permesso venga revocato perché in contrasto anche con la Direttiva Europea  91/271/CEE.

 

Chiediamo a tutti gli Enti preposti (Comuni, Enti Parco, Municipi, Consorzi di Bonifica, ecc.)

Che si effettui il monitoraggio dell’intero corso del fiume Almone per l’eliminazione di eventuali scarichi abusivi in accordo con l’Assessorato all’Ambiente di Roma Capitale.

 

Bibliografia

Comitato per il Parco della Caffarella e/o all’associazione culturale Humus onlus, Parco dell’Appia Antica, una storia lunga duecento anni. Stampato in proprio con il contributo della Fondazione Terzo Pilastro Italia e Mediterraneo, Roma, 2017, p. 224

 

  1. Comitato per il parco della Caffarella La Valle della Caffarella: spiccioli di natura. III edizione, Roma, 2002
  2. Comitato per il Parco della Caffarella, Il sacro Almone, da fiume a discarica, Stampato in proprio grazie al contributo del 5×1000 dei cittadini, Roma, 2013.
  3. Dubbini, Il paesaggio della via Appia ai confini dell’Urbis. La valle dell’Almone in età antica, Edipuglia S.r.L., Bari-S.Spirito, 2015, p. 133
  4. Ferranti, L’evoluzione del reticolo idrografico romano e l’urbanizzazione, In Geologia dell’Ambiente, Periodico trimestrale della SIGEA, Supplemento al N. 4/2016, Roma 20 novembre 2015
  5. Funiciello (a cura di), La geologia di Roma: il Centro Storico, Memorie descrittive della carta geologica d’Italia, vol. L, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Roma, 1995
  6. Funiciello, G. Heiken, D. De Rita, M. Parotto, I sette colli, guida geologica a una Roma mai vista, Raffaello Cortina Editore, Milano, 2006
  7. Quilici, Il parco dell’Appia Antica: un collettore al posto dell’Almone, Italia Nostra XIII, n. 79, 1971
  8. Quilici, La Valle della Caffarella e il Triopio di Erode Attico, Capitolium anno XLIII, 1968, p. 329
  9. Quilici, Antichità della Campagna Romana XI: Visita alla Valle della Caffarella. Bollettino della “Unione Storia ed Arte”, n. 1-4, Roma, gennaio-dicembre, 1987
  10. Quilici, Via Appia: da porta Capena ai Colli Albani, Fratelli Palombi Editori, Roma, 1989
  11. Quilici, Un tempietto sul fiume Almone trasformato in mulino nel Medioevo, OCNUS Quaderni della Scuola di Specializzazione in Archeologia Università degli Studi di Bologna I, 1993, p. 139
  12. Virgilio (Publio Virgilio Marone), Eneide. Libro VII, vv 531-534, Oxford Classical Texts, Oxford University Press,1969, pp. 452.

 


*Comitato per il Parco della Caffarella, Il sacro Almone, da fiume a discarica, Stampato in proprio grazie al contributo del 5×1000 dei cittadini, Roma, 2013.

°°Virgilio (Publio Virgilio Marone), Eneide. Libro VII, vv 531-534, Oxford Classical Texts, Oxford University Press,1969, pp. 452.


Per approfondire (link Archivio del Comitato):

  • Fiume Almone Inquinamento
  • Avvio del collaudo per il collettore fognario
  • Convegno fiume Almone
  • Fiume Almone
  • Risoluzione Almone VII Municipio
  • Depuratore di Ciampino
  • Finalmente la messa in funzione!!!
  • Inquinamento fiume Almone……. ancora ritardi
  • Sottoscritto contratto di fiume
  • Avanzano.. ma non si concludono i lavori al Collettore
  • Denuncia degrado Almone
  • Accesso agli atti
  • Lavori del Collettore Quarto Miglio – Statuario
  • Altri Sversamenti
  • Scarichi nel fiume Almone
  • Sopralluogo Cantiere Acea
  • Finalmente si pensa all’Almone
  • Risoluzione Almone in VIII Municipio
  • Continua l’interessamento dell’Almone
  • Commissione Ambiente Regione “Almone”
  • Lavori Collettore Acea
  • Risoluzione Almone
  • Dati Inquinamento Almone
  • Inquinamento Almone
  • Comunicazione di servizio
  • Convegno sul Parco dell’Appia Antica
  • Anche il VII Municipio per l’Almone
  • Mezza giornata di pioggia!!
  • E-MAIL DA SCARICARE
  • Battaglia per il fiume Almone
  • Almone pulito
  • Cantiere Acea
  • Incontro in direzione Ambiente
  • Richiesta ad Acea per sopralluogo lavori collettore
  • LIBRO FIUME ALMONE
  • Intervento pulizia Almone
  • Sollecito Regione
  • Almone inizio lavori Acea
  • Anche la Regione si attiva per il fiume Almone
  • Primi risultati positivi fiume Almone
  • Bonifica Parziale fiume Almone
  • Consegna Esposto denuncia Fiume Almone
  • Comunicazioni Acea Ato2
  • Presentazione Libro Almone Foto
  • Degrado Almone
  • Libro Almone
  • Risposta Sindaco Almone
  • Interventi Almone 3
  • Intervento Fiume Almone 2
  • Esondazione Almone
  • Sopralluogo fiume Almone
  • Interrogazione Fiume Almone
  • Consegna firme petizione Almone
  • Salviamo L’Almone
  • Fiume Almone
  • Inquinamento Almone
  • Almone pulito
  • Lettera sollecita fiume almone
  • Fiume Almone
  • Degrado Almone 1