COMUNICATO STAMPA

Oggi 20 Luglio 2021 è stata consegnato alla stazione dei Carabinieri di S. Sebastiano l’esposto denuncia nei confronti dell’Amministrazione di Roma Capitale per le aree della Caffarella, con accesso su via Appia Antica, espropriate nel 2005 e ancora in uso ai vecchi proprietari nonostante il Tavolo Interdipartimentale, appositamente istituito, ne avesse calendarizzato gli sgomberi ben due anni fa.

Decine di cittadini hanno sottoscritto l’esposto denuncia, proposto dall’associazione di volontariato Comitato per il Parco della Caffarella O.d.V, per l’accertamento di eventuali responsabilità nei confronti dell’Amministrazione di Roma Capitale.
Dopo aver richiesto e ottenuto, per la prima volta, da questa Amministrazione, l’istituzione di un Tavolo Interdipartimentale, aver partecipato alle prime riunioni e constatato che le stesse si erano poi interrotte, abbiamo sollecitato la Sindaca Virginia Raggi attraverso una interrogazione d’iniziativa popolare a cui la Sindaca ha risposto e si è riattivato il Tavolo.

Il 30 luglio 2019 il Tavolo Interdipartimentale ha completato i lavori, calendarizzando gli sgomberi, cioè ben 2 anni fa!

Costatando un’inerzia dell’Amministrazione Comunale a completare gli sgomberi a dicembre 2020 abbiamo inviato: una petizione sottoscritta da 1027 cittadini, poi alcune PEC con richiesta di una riunione del Tavolo Interdipartimentale, quindi una diffida e in un ultimo decine e decine di email di sollecito; tutto ciò senza mai aver avuto alcuna risposta ufficiale in merito alla tempistica degli sgomberi che ancora restano da fare nelle aree della Caffarella con accesso da via Appia Antica.

Insigni studiosi hanno confermato l’importanza di questi 14 ettari espropriati sull’Appia Antica:  si tratta infatti di aree di immenso valore storico-artistico e naturalistico, (primo miglio dell’Appia Antica e zona umida dell’Acquataccio), espropriate nel 2005 e da allora ancora in uso ai precedenti proprietari, tranne 2 aree sgomberate ma  tutt’ora inaccessibili ai legittimi proprietari, cioè noi cittadini

Siamo quindi stati costretti, nostro malgrado, ad effettuare un esposto  e a consegnarlo oggi alla stazione dei carabinieri di S. Sebastiano con la richiesta di verificare eventuali responsabilità da parte dell’Amministrazione Capitolina.

L’esposto, estremamente corposo, è presente sul sito dell’associazione al link https://www.caffarella.it/caffa/wp-content/uploads/2021/07/Esposto-oscurato-72021-Z.pdf  oscurato nella parte dei nomi e dei civici per la legge sulla privacy.

La presidente – Rossana De Stefani

___________________________

Scarica il Comunicato stampa del 20 luglio 2021

Total Page Visits: 630 - Today Page Visits: 102